TWICE-UPON-A-TIME-cover

[01/04] TWICE UPON A TIME – Illustratrici e illustratori a Granata

Made in Woman/Granata e Pettirouge Prod.

presentano

TWICE UPON A TIME

Illustratrici e illustratori a Granata per il 150° noncompleanno di Alice

1 APRILE 2015
ore 18:30
Granata
via S. Carlo 28\E, Bologna

 

TWICE-UPON-A-TIME-web.jpg

“Now, here, you see, it takes all the running you can do, to keep in the same place.
If you want to get somewhere else, you must run at least twice as fast as that!”

“Qui, invece, vedi, devi correre più che puoi, per restare nello stesso posto.
Se vuoi andare da qualche altra parte, devi correre almeno il doppio!”

L.Carroll, Through the looking glass

In occasione della Children Book Fair di Bologna, mercoledì 1 aprile 2015 Made in Woman e Pettirouge. Prod ospitano a Granata illustratrici e illustratori convenuti per l’occasione da tutta Europa, invitandoli a dialogare attraverso un’opera collettiva e confrontarsi,  nell’ambiente intimo e informale “Chez Pettirouge”, sul tema del diritto dell’immagine.

 

PROGRAMMA:

dalle ore 18:30

/////////////////
LIVE PAINTING

Twice upon a time (C’era due volte…)

Per il 150° “noncompleanno” di Alice, illustratrici e illustratori dialogano sul tema del doppio, “Through the looking glass”, in un’opera collettiva sul muro cartaceo di Granata.

[quote]Alice attraversa lo specchio ed entra in un mondo invertito: per arrivare in un posto deve camminare nella direzione opposta, per restare ferma deve correre, come insegna la Regina Rossa.
Lo specchio diventa il mezzo magico d’indagine nell’oltre, il varco o la porta fra mondo reale e mondo fantastico, dove le comuni leggi fisiche non valgono. Lo specchio, riproducendo l’immagine di chi o cosa si pone davanti ad esso , è un simbolo di una seconda realtà e del doppio.[/quote]

 

CONTATTI:
 Made in Woman/Granata
 tel. 051 260468 328 6480749
 mail info@madeinwoman.org
 web http://granata-cohab.it
 fb facebook.com/granata.cohab

 

////////////////
RENDEZ VOUS
Chez PettiRouge

In collegamento da Barcellona Adriano Patamu Bonforti owner dell’interessante esperimento Patamu ci illustrerà come la difesa dei diritti delle proprie opere può essere in realtà una sfida creativa e stimolante, senza dimenticare che spesso la condivisione (tutelata) è un arricchimento e non un pericolo.

Saremo in compagnia dell’avvocato Andrea Marco Ricci, membro del Comitato per la revisione dello Statuto e dei Regolamenti Siae, e consigliere d’amministrazione del Nuovo Imaie con il quale cercheremo di sentirci un pò più europei, all’insegna del diritto d’autore.
E con la partecipazione di Cibiricci: buon cibo e il piacere di condividerlo con gli altri.

Per info:
 3201803373
 pettirouge@gmail.com

Made in Woman

LOGO-MIWè un collettivo nato nel 2010 con l’obiettivo di promuovere le produzioni culturali e artistiche delle donne. Associazione Culturale dal 2012, Made in Woman crea momenti e luoghi di espressione di capacità e di competenze femminili organizzando eventi artistici, musicali, culturali.
Da ottobre 2013 l’associazione ha sede a Granata, ufficio e laboratorio creativo in via San Carlo 28/D a Bologna, dove condivide lo spazio con lavoratrici e lavoratori freelance, collettivi, associazioni.

www.madeinwoman.org
www.granata-cohab.it


 

pettirosso.pngPettiRouge Prod.

è una factory di talenti nel cuore di Bologna.
Un modo di vedere e raccontare la realtà, nato dal punto di vista di due  fratelli appassionati di cinema: Raffaello e Tommaso.
Reportage / Documentary / Short film / Videoclip / Digital Communication / Crowdfunding
Pettirouge si pronuncia allo stesso modo in tutto il mondo e in tutto il mondo si occupa di connessioni, incontri e rendez-vous

facebook.com/Pettirouge.Prod 


 

Patamu.com patamu_completelogo_motto_newpalette.png
è una piattaforma digitale, lanciata da Adriano Bonforti più di due anni fa, che permette agli autori di depositare e tutelare dal plagio le proprie opere d’arte e di ingegno istantaneamente. La tutela avviene con un sistema di marcatura temporale che ha la stessa validità legale del deposito notarile e del deposito opere inedite S.I.A.E., ma senza le imposizioni, gli oneri e i vincoli delle collecting tradizionali. Patamu permette infatti di utilizzare qualsiasi tipo di licenza di distribuzione per le opere, incluso il #Copyright, ma sostiene e promuove la diffusione delle licenze #CreativeCommons.
Patamu ha vinto due premi per l’innovazione ed è stata una delle prime startup giovanili in Italia, iscritta al registro delle imprese innovative, cui è stata riconosciuta legalmente la propria vocazione sociale da parte dello Stato Italiano.



Avv. Andrea Marco Ricci, Ph.d. Studio Legale d’Ammassa & Associati
(www.dammassa.com)

È autore e curatore di numerosi contributi scientifici e divulgativi in materia di proprietà intellettuale, Digital Rights Management e diritto delle nuove tecnologie e sugli stessi temi ha partecipato come relatore e docente nell’ambito di convegni, corsi di laurea e post–laurea.
Avvocato, svolge un’intensa attività didattica, divulgativa e di consulenza legale, nel campo del diritto d’autore e della legislazione dello spettacolo.
Già  membro del Comitato per la revisione dello Statuto e dei Regolamenti Siae, è consigliere d’amministrazione del Nuovo IMAIE  oltre a ricoprire varie cariche istituzionali in sindacati del settore musicale.
È il promotore, fondatore e presidente di Note Legali, Associazione italiana per lo studio e l’insegnamento del diritto della musica.


 

cibiricciICON.jpg

Cibiricci
è Katia, Samantha, Marta. Un’idea nata nelle nostre tre cucine , la naturale evoluzione delle cene fatte in casa con i nostri amici. Ingredienti naturali, buon cibo e il piacere di condividerlo con gli altri.


 

tava tava 29 novembre

29/11 TAVA TAVA open practice

TAVATAVA OPEN PRACTICE
PRATICA APERTA SUL #GIRADISCHI
ascolto, analisi del bpm, presa del segnale, lancio del disco, messa a tempo mixaggio, scratch, freestyle…
#beat #acappella #dischi #hiphop #reggae #funk #elettronica

OPEN-PRACTICE-tava-tava-2014-1SABATO 29 NOVEMBRE dalle 16 alle 21
@Granata – via San Carlo 28/A Bologna

a cura di
LABOX > MadeInWoman e Guenda&Kyna
e con Dj Drogs
—————————————–
TAVATAVA promuove la condivisione di esperienze e saperi attraverso la pratica di uno strumento nato per diffondere cultura, creare relazioni, misurare abilità.
#open
#giradischi #vinile #turntable
#stile
#passione
#social
il tempo della pratica è tempo di condivisione, arricchimento reciproco e sperimentazione.
——————————————
INGRESSO LIBERO per gli associati di Granata (tessera della stagione 5 euro)

info: Guenda +393285430187

MORBIDA-cover

22/11 Morbida/Kali Malone | Live at Granata

Morbida/Kali Malone
Live at Granata
Via San Carlo 28/D
Bologna

▼ Kali Malone is an American music maker living in Sweden since 2012. Using electronics and guitar, she creates a kaleidoscopic sound mass compiled of dense harmonic outbreaks and gestural melodies. She is a member of the audiovisual quartet Hästköttskandalen, as well as the bands Swap Babies, Taxi Taxi, and Imaginary Planet. Kali is currently a student of electroacoustic composition at the Royal College of Music in Stockholm and releasing music on OMA333, Fylkingen Records, and Delicious Demon Records.

Kali Malone https://soundcloud.com/kali-malone
Hästköttskandalen https://vimeo.com/84539644
Swap Babies https://soundcloud.com/swap-babies
Taxi Taxi http://www.itstaxitaxi.com/

▼ Morbida is tender melodies sculpted in marmoreal drones and utopistic architectures of light and shadow arising from chord progressions and soft vocals.
Morbida’s debut EP has been released on the swedish label Oma333.

http://importantrecords.com/imprec/sauna22
https://soundcloud.com/caterinabarbieri
http://vimeo.com/user29138354


________________________________________
Ingresso libero riservato ai soci Made in Woman

17/11 Le Malamate | Lettura musico-teatrale

Lunedì 17 novembre 2014
ore 20:00
@Granata
via san carlo 28/D
Bologna

Nell’ambito del La Violenza Illustrata-Festival, un intreccio di brani che corrono lungo il filo comune dello scarto tra ciò che sentiamo e ciò che la realtà è in grado di darci. Le Malamate nasce da una ricerca collettiva, dal dialogo intergenerazionale tra artiste che hanno saputo raccontare il malamore, in tanti luoghi e da tanti punti di vista.

Silvia Cavalieri voce e testi
Francesca Colli voce, testi e chitarra
Hugo Venturelli chitarra e voce
Bianca Ferricelli attrice
Ulduz Ashraf Gandomi attrice

Interverrà Susanna Zaccaria della Casa delle Donne

GALLERY:

Questo slideshow richiede JavaScript.

OPEN-PRACTICE-tava-tava-2014-cover

18/10 TAVATAVA Open Practice: pratiche aperte sul giradischi

Open-practice-18-ottobre---tava-tava-flyer-2Made In Woman e Guenda&Kyna presentano:

TAVATAVA OPEN PRACTICE – PRATICA APERTA SUL GIRADISCHI
con Guenda&Kyna e Dj Drogs

Primo step della nuova stagione del progetto LaBOX [sala prove dj a Granata]

Sabato 18 ottobre 2014
dalle ore 16 alle 21
Granata, via San Carlo 28/E Bologna
INGRESSO LIBERO per gli associati di Granata (tessera della stagione 5 euro)

Appuntamenti di 4-5 ore durante le quali la console con giradischi viene montata e utilizzata da chiunque lo voglia, chi sia già in possesso di nozioni e abilità e chi invece sia ancora inesperto, alternandosi liberamente su ogni tipo di attività che il giradischi consente: ascolto delle tracce, analisi del bpm, presa del segnale, lancio del disco, messa a tempo mixaggio, scratch, freestyle.

#open Promuovere accesso e utilizzo di strumenti professionali in luoghi adeguati alla pratica del dj.

#pratica Allenarsi è importante a tutti i livelli.

#giradischi #vinile Nell’era digitale promuovere la pratica con i vinili, l’approccio fisico al suono.

#stile Potenziare i valori di qualità, originalità e tecnica.

#social Il tempo della pratica è tempo di condivisione, arricchimento reciproco e sperimentazione.

#passione Tavatava Open Practice

LaBOX di Granata
Una saletta prove per dj attrezzata con due giradischi Technics 1200 e un mixer Vestax, intorno alla quale si costruiscono percorsi di conoscenza condivisa, divulgazione e formazione attraverso la pratica.
Da un desiderio di Made in Woman, con le competenze di Guenda&Kyna, LaBOX nasce dall’esigenza di promuovere la pratica sul giradischi, diffondere la passione per questo strumento quale veicolo di creatività e sinonimo di qualità musicale.

____________________________________

Contatti e info:
Guenda +39 3285430187

Granata
via san Carlo 28/E Bologna
http://granata-cohab.it

Made in Woman
http://madeinwoman.org

Facebook profile:
http://facebook.com/madeinwoman

31/05 APUCKALYPSE A BOLOGNA!

La testimonianza fotografica di quanto accaduto il 31 maggio scorso a Granata!
Granata e Made in Woman ringraziano Puck Magazine per aver condotto fin qui le autrici e gli autori del pezzo collettivo che è già leggenda, dj Balli per aver diretto magistralmente l’orchestra postutto  in mostra le proprie visioni personali e collettive: Hurricane, Marco & Silvano Falatti, Giorgio Franzaroli, Bicio Fabbri, Vincino, Giorgio Franzaroli, Elena Rapa, Giuseppe Palumbo, Dast, Andea Bersani, Stefano Zattera, Sheela Nah Gig, Laura Nomisake, NemO’ s, Paola Anton Vasquez, Zaex Starzax, La Ciuetta, Canemarcio, Krakatoa, Chiara Scarpone… 

Per chi se lo fosse perso (dove eravate quando finiva il mondo???), è ancora possibile ammirare l’opera del cast Aukalypsico a Granata, in via san carlo 28/E a Bologna. Come in! #weareopen

 

LaBOX di Granata

Made in Woman + Guenda&Kyna

Sabato 29 marzo | Domenica 30 marzo 2014

presentano

LaBOX

di Granata

Una saletta prove per dj attrezzata con due giradischi Technics 1200 e un mixer Vestax, intorno alla quale si costruiscono percorsi di conoscenza condivisa, divulgazione e formazione attraverso la pratica.
Da un desiderio di Made in Woman, con le competenze di Guenda&Kyna, LaBOX nasce dall’esigenza di promuovere la pratica sul giradischi, diffondere la passione per questo strumento quale veicolo di creatività e sinonimo di qualità musicale.

LA-Box-cover-newsletter.jpg

Quest’anno Vinilificio, già sponsor di TavaTava con i vinili di beat per la pratica, stamperà un nuovo vinile contenente effetti e sampler per lo scratch.

Sabato 29 marzo 2014

ore 18.00
LaBox: dalla copertina alla console.

• Selezione musicale a cura di Zeta
• A seguire Danispace + OpenConsole

Dagli anni 50 agli anni 80, una lunga fila di copertine di vinili 33 e 45 giri che rappresentano le donne, simbolicamente il lato sensuale della musica: le curve del suono, realisticamente il lato subdolo del mercato musicale: tra pop art, marketing e imposizione di ruoli di genere.

La storia della copertina dei dischi è lunga: prima una semplice copertura di carta spessa per poter preservare i vinili, poi un segno, un disegno, una scritta… sino a diventare, tra pop art e marketing, il vestito grafico che da oltre cinquant’anni ha la funzione di attirare le vendite.
Dagli anni 50, periodo in cui la grafica entra prepotentemente nel settore, sino agli anni 70, la copertina ‘sexy’, per quanto talvolta optasse per una fantasia fresca, libera e a tratti ingenua, esprime chiaramente la composizione di genere del mercato fonografico di quegli anni, all’epoca come oggi dominato dalla fruizione maschile.

…E così, durante la ricerca di dischi in negozi, mercatini e garage, dj Zeta è rimasto spesso ammaliato dalle copertine di donne. Ne ha raccolte molte, alcune a discapito di acquisti più consoni alla sua attività di dj funk, ma queste cover con le fotografie studiate e rielaborate, sono bellissimi viaggi nel tempo astratto del suono e oggi considerate preziose da moltissimi collezionisti. In Italia il maestro del genere è Fausto Papetti, con la sua lunghissima discografia unita ad un infinita serie di nudi di donna.

 

_________________________________________________

 

Se esiste storicamente un legame antico e profondo che collega l’aspetto visivo e quello musicale, le cover raccolte da Zeta rappresentano però un episodio quantomeno curioso, proprio per l’assenza di relazione apparente tra il contenuto della cover e quello del vinile. Il filo conduttore della scelta sono queste signore che attraversano un‘epoca della pubblicità in cui la donna rappresenta l’oggetto da guardare associato a un prodotto destinato a una fruizione musicale prettamente maschile.

Il disco non è solo un supporto tecnico ma anche un oggetto culturale, la musica non è solo esperienza estetica ma è anche fatto sociale ed è attività simbolica: riconoscerlo significa riappropriarsi, da donne, dei mezzi di produzione e ascolto musicale.

«L’impianto stereo diventa un’arma nella battaglia dei sessi» Keightley, 1996

 

Domenica 30 marzo 2014

dalle ore 16.00 alle ore 20.00

LaBOX presenta
Open Practice e Lezioni di Stile. Pratiche aperte sul giradischi.

Sono accadute molte cose da quando il primo dj è comparso per la prima volta alla console di una radio e poi di una discoteca. La professione del dj è mutata soprattutto negli ultimi dieci anni, con l’avvento di Internet e la diffusione della musica digitale e, nello specifico, l’utilizzo di console compatte di vario tipo e nuove tecnologie.

Qualsiasi sia il supporto e/o il software con il quale hai deciso di divertirti, ed in alcuni casi lavorare, ti è richiesto istinto, fiuto, stile, tutte doti che si possono misurare solamente dal vivo e nella sola realtà del momento irripetibile dell’improvvisazione. Questo è il primo motivo per il quale si vuole promuovere la pratica aperta ed anche l’utilizzo del vinile. All’Open Practice si suonano i dischi, non soltanto per una questione culturale e di qualità del suono, ma perché la pratica manuale sul vinile resta ancora oggi il punto di partenza.

 

 

25/01 Lancio di Granata | OPEN STUDIOS

GRANATA-bannerIn occasione di Arte Fiera gli spazi MADE IN WOMAN si aprono alla città per presentare gli atelier, gli uffici e i progetti che prendono forma nel cohab di via san carlo:

Sabato 25 gennaio
dalle ore 18:00
– LANCIO di GRANATA: INAUGURAZIONE Granata cohab
– OPEN STUDIOS: un passaggio attraverso le personalità totalmente indipendenti che coabitano Granata condividendo lo spazio di lavoro e l’interpretazione del concetto stesso di luogo di lavoro.
Dalla pratica della pittura alla sartoria all’invenzione di ‘cose rotte che funzionano’. Dal design all’organizzazione di eventi culturali, alla fotografia, alle produzioni musicali… il lavoro creativo qui trova casa, si organizza ed esplode.

Atelier e opere di Vittoria Cafarella e Agata Raggi | produzioni foto-video di Gloria Chillotti e Alice SSR Marras | Sartoria e atelier di Golpe e SoraP. | Cose rotte che funzionano di MicreoOnde | Sound a cura di Guenda&Kyna

// Granata cohab //
Co-working per necessità, co-housing per vocazione, Granata è un habitat condiviso di lavoro creativo: spazio aperto a LAVORATRICI/LAVORATORI FREE LANCE, ARTISTE/I, ASSOCIAZIONI, COLLETTIVI e altre forme di vita nomadi.
Granata perchè è irresistibile, polisemica, è il nostro colore sanguigno e passionale che lascia il segno. granata, perchè ha la scorza dura e resiste al deserto. Granata perchè è esplosiva!
Made in Woman, collettivo di donne e precarie ha scelto di lanciarla nei giorni in cui l’ARTE è protagonista a Bologna.

#WEAREOPEN

DOVE SIAMO:
via san carlo 28/D
40121 Bologna

CONTATTI:
mail: info@madeinwoman.org
tel: 051 260468
web: www.granata-cohab.it | www.madeinwoman.org
fb: Granata co/hab | Made in Woman

LA-SCARPATA

6 gennaio #WEAREOPEN

LA-SCARPATACon le scarpe tutte rotte, perchè si sa che il cammino è lungo e irto di ostacoli. E allora prendetevi una pausa prima far partire definitivamente il vostro 2014 e, se non ci siete mai stati, venite a vedere cosa bolle in pentola in via san carlo 28/D.

• 6 gennaio 2014 •

dalle ore 17:00
Tè e biscotti sul sofà | Chiacchiericcio | Mercatino

LA SCARPATA: una montagna di scarpe da scambiare/vendere/comprare.
Portate quel paio che non mettete più, quelle che avete acquistato sbagliando il numero, quelle che vi ha regalato la zia che di voi non ha capito proprio niente

dalle ore 19:00
Musica | Vinello | Fagiolata e crostini | Borghul

PARTECIPA  < su facebook

GRANATA CO-HAB

Co-habitare la città [fuori e dentro la crisi]

{ MADE IN WOMAN  }

ha deciso di tentare l’impresa (im)possibile: farsi SPAZIO nella crisi.
Bologna, via San Carlo 28/D è il luogo che abbiamo scelto per gettare le basi di un nuovo percorso di resistenza attiva alla desertificazione sociale e professionale che viviamo da un lato come donne e precarie, dall’altro come associazione impegnata nella diffusione, promozione, produzione di arte e cultura.

La creatività, ci dicono, va sviluppata nel tempo libero, tra una pausa di lavoro istituzionalmente riconosciuto e una lezione di pilates. Noi abbiamo deciso che il nostro tempo, tutto, è creativo e come tale va riconosciuto sia in termini economici che professionali. Siamo grafiche, fotografe, scenografe, vj, dj, scrittrici, poete, tecniche, artiste. A un mercato del lavoro che finge di includerci rispondiamo a colpi di

GRANATA

adottando il co-housing – non è un caso che le prime esperienze in questo senso si siano sviluppate negli anni 70, prima in Olanda e poi in tutta Europa, anche grazie alla presenza incisiva del movimento femminista – come tattica di resistenza alle politiche di austerity e all’isolamento sociale.

GRANATA

{ CO-HAB } Un habitat condiviso di lavoro creativo; uno spazio aperto ed economicamente accessibile a lavoratrici/lavoratori free lance, artiste/i, associazioni, collettivi e altre forme di vita nomadi; un (e)co-sistema ad alta biodiversità dove condivisione è sinonimo di evoluzione.

 

Co-hab > Come modalità di condivisione di spazi, vita, competenze, strumenti di lavoro

Co-hab > Come antidoto all’isolamento digitale

Co-hab > Come spazio relazionale dove il valore degli individui non si somma ma si moltiplica

Co-hab > Come luogo di negoziazione e co-costruzione di identità

Co-hab > Come risposta di donne e precarie alla crisi